dieta-dottor-lemme

Dieta Lemme

La dieta Lemme, dall’omonimo Dr. Lemme promette la perdita di 10Kg. al mese.

Come per tutte le diete è composta di 2 fasi:

  • Dimagrimento
  • Mantenimento

La domanda che tutti si fanno è: ma funzionerà veramente? Molti giurano sia molto efficace. La comunità scientifica però evidenzia qualche controindicazione.

Quando si cerca di spiegare una nuova dieta non è mai facile. La dieta Lemme è ancora più complicata da spiegare.
Molti che l’hanno analizzata definiscono il regime alimentare delle dieta Lemme “stravagante”.

Fondamentalmente si basa sul rifiuto del calcolo delle calorie facendo però una netta distinzione tra alimenti vietati e alimenti permessi. Vengono vietati biscotti e dolciumi in generemente vengono ammessi, stranamente, spaghetti a colazione. Bisogna però considerare che anche il sale, comunemente usato nella preparazione degli spaghetti è completamente bandito dalla dieta.

Cos’è la dieta Lemme?

Come per tante diete stravaganti il metodo Lemme è più una filosofia di alimentazione più che una dieta vera e propria. Nel libro, il dottor Lemme, non dà consigli propriamente dietetici ma considera l’alimentazione da una diversa prospettiva dove mangiare cipolle al mattino, spaghetti a colazione è una cosa perfettamente normale.

Come spiegavamo precedentemente la comunità scientifica considera alcune scelte non propriamente corrette. Questo viene testimoniato anche dal fatto che anche il Dottor Lemme consiglia una preventiva visita medica prima di intraprendere questo tipo di regime alimentare.

Basi della dieta Lemme

Le caratteristiche della dieta si riassumono in pochi punti.

    • Evitare il sale E’ uno degli elementi da abolire assolutamente. Non va usato in nessuna circostanza, neppure per salare gli spaghetti. Questo perchè causa ipertensione e aumenta l’indice glicemico nei cibi;
    • Elimiare lo zucchero Lo zucchero raffinato stimola l’insulina che, come risaputo, è l’ormone che aumenta l’adipe;
    • Eliminare il pane Come per tante diete non bisogna assumere pane e pasta perchè porterebbe ad un eccesso di carboidrati. Il pane è uno dei cibi bandieti nella prima parte della dieta. Nella seconda parte, quella di mantenimento, verra gradualmente reintrodotto.

Cosa assumere?

Pesce e carne sono elementi che è possibile mangiare. SI possono assumere con olio e spezie ma senza sale.

E’ possibile assumere acqua, tè e caffè. Come per diverse diete il caffè e il tè sono alimenti che aiutano il dimagrimento(ricordate la dieta del tè verde?).

E’ consentito quasi tipo di cottura e quai tutte le spezie in sostituzione del sale.

La dieta Lemme è una filosofia alimentare?

La dieta Lemme più che una vera e propria dieta è una filosofia alimentare in cui ci sono regole da seguire. dieta-lemme

Una filosofia alimentare.

Come si è detto più che un regime alimentare la dieta Lemme è una vera e propria filosofia del mangiare con regole che vanno al di là del cibo che ingeriamo. Vediamo quali sono.

Sport: In qualiasi dieta che si rispetti lo sport è considerato come il toccasana. E’ considerato lo strumento migliore per dimagrire e mantenersi in forma. Nella dieta Lemme lo sport viene considerato invece inutile. Secondo questo regime alimentare seguire la dieta ridurrebbe l’adiposità che di conseguenza favorirebbe la tonicità muscolare.

Calorie Come affermato precedemente la dieta non tiene conto del calcolo delle calorie. L’indice più importante in questo regime alimentare sarebbe la chilocaloria, ossia l’indice di misura del calore. Il dottore condidera i cibi per le loro caratteristiche chimiche e quindi considera inutile il contenuto calorico di ogni singolo cibo.

Indice glicemico Le calorie non sarebbero importanti ma verebbero sostituite dall’indice glicemico, ossia l’indice che indica la velocità con cui aumenta la glicemia dopo l’assunzione di un’alimento contenente 50 g di carboidrati. L’indice glicemico varia in base l’orario di assunzione del cibo. Per questo il dottor Lemme consiglia nella sua dieta di mangiare pastasciutta al mattino perchè, in questo periodo della giornata, il metabolismo funzionerebbe meglio.

Le due fasi della dieta

Prima fase: dimagrimento. é il periodo in cui si cerca di raggiungere l’obbiettivo scelto, ricordandosi che è possibile perdere anche 10 kg al mese. Ogni due giorni l’individua è invitato a comunicare al medico la situazione del peso, girovita e reazioni fisiche.
Seconda fase o educazione alimentare Molto spesso l’aumento di peso è dovuto ad un cattivo regime alimentare, a cattive abitudini. Questa seconda fase si prefigge lo scopo di insegnare ad alimentarsi in modo corretto mantenendo nel tempo quindi l’obbiettivo prefissato.

La dieta Lemme in breve.

SI

  • é possibile perdere fino a 10kg almese
  • è possibile eliminare il tessuto adiposo localizzato (cellulite)
  • è possibile perdere 30 kg in pochi mesi.

NO

  • la dieta rimane la stessa per diverso tempo. se quindi si è abituati a mangiare variato si resterà delusi
  • questo regime alimentare potreica provoca affaticamente per fegato e reni
  • è difficile abituarsi ad ingerire alcuni tipi di alimenti a certi orari ( pasta a colazione)

Secondo il dottor Lemme, seguire questo tipo di regime alimentare si potrebbero perdere tanti Kg in pochi giorni ma è anche vero che la salute potrebbe risentirne.

Cosa ne pensa la comunità scientifica della dieta Lemme?

I pareri sono discordi anche perchè il dottor Lemme non è un vero e proprio medico e quindi si troverebbe nell’impossibilità di prescrivere vere e proprie diete.

Uno delle cose che viene vista in malo modo è la totale assienza di sale e zucchero, alimenti basi di qualiasi dieta. Se da un certo punto di vista i consigli del dottor Lemme sono interessanti altri sono abbastanza strani. Fare sport è considerato universalmente il modo migliore per perdere peso e mantenere il fisico attivo ed in buona salute. Questo contrasta invece con i consigli del dottor Lemme.

Quindi, il consiglio prima di iniziare questo tipo di regime alimentare, è sempre farsi consigliare da un medico per evitare problemi successivamente.